Tinteggiatura Appartamento Roma

Tinteggiatura Appartamento Roma

giovane coppia felice in casa con barattoli e colori

Tinteggiatura Appartamento Roma

Primavera e tanta voglia di sole e allegria o prima di un lungo inverno, è giunto il momento di pitturare casa (o l’ufficio). Con l’uso sapiente dei colori e del bianco, un saggio riposizionamento degli arredi e la nostra casa è come nuova e pulita.

Nella Tinteggiatura dell’Appartamento un uso sapiente dei colori e dei bianchi permette di renderli  più ospitali e funzionali alle attività svolte.

D’altra parte colori “caldi” o “freddi” hanno effetti sull’umore, sul corpo e sulla mente determinando e spesso modificando la percezione della realtà e delle cose. La cromoterapia ci spiega come avvengono le influenze, una bioterapia che utilizza i colori a scopo terapeutico.

Certamente la Tinteggiatura dell’Appartamento rientra tra quelle che la normativa tecnica classifica Opere da Pittore (o Pittura), attività che con una spesa più che contenuta (in rapporto alle più costose ristrutturazioni) ci permettono di rendere la nostra casa, l’ufficio o il negozio un ambiente più ospitale e pulito, perdippiù apprezzato sia dai componenti della famiglia che vivono l’ambienti della casa con maggiore serenità e allegria che dai clienti di uffici e negozi, i quali apprezzano sempre ambienti puliti che donano da soli il senso dell’igiene e della cura.

Infatti la Pittura dell’appartamento seppur potrebbe essere considerata la base e la più semplice dei lavori di manutenzione di un appartamento, e forse la più semplice, è nei fatti una delle attività più delicate dal punto di vista dell’igiene soprattutto per interessare la pittura del bagno e della cucina. Infatti muffe e macchie sulle pareti o soffitti sono i mali che possono affliggere molti ambienti della casa, mali che e minano alla base la salute degli occupanti, soprattutto se vi è la presenza di bambini, i più esposti ad allergie ed infezioni.

Probabilmente le cause possono essere molteplici: dalla scarsa areazione dell’ambiente, una parete esposta a nord, l’utilizzo di materiali non idonei agli ambienti.

Degno di nota nell’ambito di tali lavori di Pittura da non trascurare, ancorchè possa sembrare marginale e privo di particolari rischi , gli aspetti della sicurezza nei luoghi di lavoro delle maestranze (dipendenti o artigiani che siano).

Infatti la legge, all’art. 90 coma 9 del D. Lgs. 81/2008,  pone specifici obblighi in capo al committente (o responsabile dei lavori),  sia nel caso di affidamento dei lavori ad un’unica impresa o ad un lavoratore autonomo.

nel caso di affidamento dei lavori ad un’unica impresa ((o ad un lavoratore autonomo

Nell’ambito della pittura dell’appartamento di un bagno e della cucina, le pricipali lavorazioni di cui si necessita sono:
1. rimozione delle parti ammalorate presenti e  la rimozione piccole aree esfoliate, in genere non superiore al 5-10% della superficie.
2. stuccatura e/o rasatura delle aree precedentemente trattate e successiva carteggiatura delle parti trattate;
3. una mano di fissativo acrilico per permettere sempre e comunque la traspirazione delle sperfici trattate;
4. due mani di pitturazione a coprire.

Opzionale:
In presenza di una diffusa esfoliazione delle vecchie pitture, tale da compromettere il lavoro, potrebbe essere necessario:
5. raschiatura delle vecchie pitture per l’intera superficie da trattare;
6. rasatura dell’intera superficie;
7. carteggiatura dell’intera superficie.

Utiliziamo migliori marche di pittura per interni, quali:

  • Oikos
  • Max Meyer
  • Caparol
  • Sikkens

Marchi pecializzati nella produzione di una vasta gamma di pitture e samalti da interni o esterni per l’edilizia professionale.

I tempi per la pittura di un bagno standard, generalmente compreso in 5 mq di superfice, liberato da ogni arredo, sono di 1 o 2 gg di lavoro.
 
In presenza di lavori opzionali, quali la rimozione integrale sull’intera superficie delle vecchie pitture, i tempi possono allungarsi di 1 o 2 giornate di lavoro per arrivare complessivamente a 3-4 gg.

Obblighi del committente o del responsabile dei lavori per piccoli lavori edili con la presenza di una sola impresa o lavoratore autonomo (artigiano).

Ai sensi dell’art. 90 comma 9 lett. (a) e (b)  del  DECRETO LEGISLATIVO 9 aprile 2008, n. 80

Il committente o il responsabile dei lavori, per i cantieri di durata inferiore a 200 u.g. e che non comportano rischi pareticolari di cui aall’AllegatoXI, deve verificare  l’idoneita’ tecnico-professionale delle imprese esecutrici e dei lavoratori autonomi mediate l’acquisizione:

1. Certificato di iscrizione alla Camera di commercio, industria e artigianato (C.C.I.A.A)
2. del Documento Unico di Regolarita’ Contributiva,
3. dell’ autocertificazione in ordine al possesso degli altri requisiti previsti dall’allegato XVII;
4. dell’autocertificazione relativa al contratto collettivo applicato.

L’autocertificazione di cui ai punti 3 e 4 possono essere compresi in un unico documento.

Generalizzando è classificata “impresa” l‘esercizio professionale di un’attività economica organizzata al fine della produzione o dello scambio di beni o di servizi tra cui rientrano le opere da pittore, attività attestata dall’iscrizione al Registro delle imprese della Ditta a cui vengono affidati i lavori.

Mentre “lavoratore autonomo” è classificato, secondo l’art. 89 comma 1 lettera d)  del D.Lgs. 81/08, qualunque “Persona fisica la cui attività professionale contribuisce alla realizzazione dell’opera senza vincolo di subordinazione” e riveste tale figura sia l’artigiano iscritto presso il registo imprese sia ogni singola persona fisica che svolge materialmente il lavoro senza vincolo di subordinazione.

I prezzi si intendono sempre IVA esclusa.

Le aliquote sono:

  1. Ordinaria 22%
  2. Ridotta 10% per le abitazioni con dichiarazione del proprietario.